Musica in gravidanza, tutti i benefici per gestanti e bambini

musica e gravidanza

Sin da tempi antichissimi si è sempre creduto negli effetti benefici che la musica può avere su disturbi e malattie, Greci ed Egizi credevano, infatti, che la musica fosse dotata di poteri terapeutici. Questa antica credenza ha trovato riscontri positivi negli studi scientifici, che hanno dimostrato che l’ascolto di suoni agisce sul sistema neurovegetativo, provocando variazioni nella respirazione, nel battito cardiaco e nella circolazione.

La musica, dunque, può diventare una vera e propria terapia da adottare anche in gravidanza: infatti, la donna durante i nove mesi di gravidanza subisce una serie di cambiamenti non solo fisici ma anche psicologici, vivendo momenti di ansia, stress, paura e affaticamento. Questi stati d’animo vengono recepiti anche dal bimbo, in quanto avverte le emozioni e le sensazioni della mamma, e, dunque, gli stati negativi della madre si ripercuotono anche su di lui. Per cui, un valido aiuto per le gestanti è rappresentato dalla musicoterapia, ovvero, ascoltare musica che trasmetta emozioni e ricordi positivi alla futura madre, che aiuti a ridurre i livelli di stress emotivo, creando una situazione di sano relax, così anche il bambino beneficerà del momento di benessere vissuto dalla mamma. Quando infatti la futura mamma ascolta la musica, il suo sistema nervoso centrale stimola la produzione di endorfine, chiamati anche “ormoni della serenità”, che donano sensazioni di relax e benessere.

Questo tipo di terapia favorisce anche la comunicazione fra mamma e bambino, infatti l’ascolto di musica con frequenza e regolarità comporta che il bimbo familiarizzi con essa, e sia in grado di riconoscerla anche dopo la nascita beneficiandone, in quanto susciterà in lui una sorta di ricordo della dimensione della vita intrauterina.

Ma quali sono gli altri effetti benefici che la musicoterapia ha sul bambino? Alcune ricerche scientifiche hanno dimostrato che questo tipo di terapia aiuta a migliorare la stimolazione del cervello, sia da un punto di vista linguistico, in quanto negli ultimi mesi di gravidanza il bambino comincia ad apprendere le prime sinapsi linguistiche, e sia aumentando i tempi di attenzione. Inoltre, l’ascolto della musica influisce in maniera positiva anche sul sonno del bambino, influenzando le sue abitudini.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*