Carbonara vegana: la ricetta

Oggi vogliamo rivisitare questo piatto della tradizione italiana in chiave vegana. La carbonara nasce come piatto povero, poiché realizzato con ingredienti economici e a lunga conservazione.

La genesi vera e propria, tuttavia, è ancora sconosciuta e ci sono varie ipotesi riguardo la nascita di uno dei piatti italiani più famosi al mondo. Nel celebre libro La Cucina Romana di Ada Boni del 1930, infatti, non vi è alcuna menzione della Carbonara, ma si ipotizza che siano stati i soldati americani al termine della Seconda Guerra Mondiale ad importare questa ricetta, costretti a mangiare piatti con ingredienti di facile reperibilità come spaghetti, uova e il loro bacon. I cuochi romani avrebbero poi perfezionato la ricetta.

Nella nostra ricetta, però, niente pancetta, niente uova, niente pecorino. Vediamo come fare.

Ingredienti per 4 persone

  • Spaghetti, 400 gr
  • Seitan affumicato, 150 gr
  • Tofu, 250 gr
  • Una zucchina
  • Un gambo di sedano
  • Latte di soia senza zucchero
  • Olio extravergine d’oliva, q.b.
  • Sale, q.b.
  • Pepe, q.b.
  • Curcuma, q.b.

Preparazione

Tagliare le verdure a pezzetti piccoli e farli soffriggere nell’olio d’oliva e far cuocere a fuoco medio. Aggiungere poi il seitan affumicato quando le verdure si sono ammorbidite. Da parte, intanto, cuocere del tofu pestato con latte di soia e amalgamare il tutto fino a creare un misto di consistenza cremosa e nel mentre versare della curcuma in polvere, finché il misto non diventa giallo. Aggiungere sale e pepe a piacere. Aggiungere il tutto al misto di seitan e verdure mentre si cuoce la pasta.

Quando la pasta è pronta, mescolare il tutto e saltare in padella fino ad amalgamare tutti gli ingredienti finché non diventeranno un composto omogeneo.

Impiattare e servire immediatamente.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*